Marco 1

Inizio del vangelo di Gesù Cristo figlio di Dio.

Si inizia con una buona-notizia (eu-angelion), anzi, una bella notizia!

Buono e bello sono intercambiabili come avviene per il pastore che viene comunemente definito buono mentre invece è bello (kalòs).

Marco cattura l'attenzione del lettore annunciando subito una bella notizia: Gesù è figlio di Dio. Il contenuto dell'annuncio è proprio questo Gesù che viene strettamente associato a Dio anche se concluderà la sua vita in modo così drammatico.

Giovanni il battista

Introdotto solennemente con la citazione (libera) di Isaia, viene presentato come uno che predica nel deserto, che ha fatto del deserto la sua dimora, per spianare gli animi e prepararli ad accogliere la vera novità "colui che è più forte di me".

Marco racconta, con evidente gusto per l'esagerazione, che tutta la Giudea si recava da Giovanni, e tutti gli abitanti di Gerusalemme. Ma ora arriva un galileo da Nazareth, da un territorio molto meno importante, e succede qualcosa di nuovo: mentre risale dal fiume, dopo l'immersione, ecco scendere su di lui lo Spirito e una voce testimonia che proprio lui è il "Figlio prediletto". La bella notizia prende corpo; per Marco è questo il momento dell'incarnazione e l'inizio della missione di Gesù anche se preceduta da un ritiro nel deserto per 40 giorni e 40 notti; non a caso si richiama l'attenzione anche sulle notti che nel deserto devono essere particolarmente cariche di suggestioni e di paure. Al di la del significato simbolico dei 40 giorni, simili ai 40 anni trascorsi dal popolo ebreo nel deserto prima di raggiungere la terra promessa, Gesù si è concesso un periodo in cui hanno imparato a convivere la sua umanità tentata dalle aspirazioni più umane e le aspirazioni divine che diventavano in lui sempre più prepotenti. Dopo l'arresto di Giovanni Gesù ricompare in Galilea e da qui diffonde l'annuncio del Regno di Dio che si avvicina: "il tempo è maturo, cambiate mentalità e credete nella buona notizia".

Ancora non definisce i contorni di questo Regno ma lo annuncia come una buona notizia a cui bisogna aderire con fede e con determinazione.

Informazioni aggiuntive